I Più Nuovi ... Mies Barcelona Collection Mies, Der Rohe Barcelona Chair Barcelona Stool

I Più Nuovi ... Mies Barcelona Collection Mies, Der Rohe Barcelona Chair Barcelona Stool
Poltrona Barcelona Knoll Misure - I Più Nuovi ... Mies Barcelona Collection Mies, Der Rohe Barcelona Chair Barcelona Stool - Nyiq

I Più Nuovi ... Mies Barcelona Collection Mies, Der Rohe Barcelona Chair Barcelona Stool - Le sue note autobiografiche descrivono con disarmante modestia le tappe di uno stile di vita che, se non fosse stato attuale, potrebbe sembrare nato da una fervida favola letteraria. A partire da un incipit che assomiglia a quello di un eroe fantastico: florence schust, in realtà, rimane orfana molto presto e perde anche sua madre quando ha appena dodici anni. Quando la sua infelice madre o padre dell'industria la assegna alla formazione a cui la propria eredità familiare l'aveva destinata, dalla parte del bambino arriva una richiesta nubile e chiara, che sa di premonizione: analizzare l'architettura.

Nel 1965, dopo l'incoronazione di uno in tutti i suoi progetti più difficili (gli interni del grattacielo della cbs, basato totalmente su un'impresa architettonica per mezzo di eero saarinen), ha rivisto le sue dimissioni. Semplicemente vintage di quarantotto anni, è al culmine della sua professione, ha progettato gli interni per le principali strutture di potere intellettuale, politico e finanziario globale. Si è trasformato in capace di comunicare con i più grandi designer del suo tempo, ha aperto showroom nelle principali capitali del pianeta, creato icone immortali, fatto collaborazioni cruciali (per esempio, in italia con dino gavina). Provare di più dalla carriera è difficile.

Per questi due tipi shu sa perfettamente chi coinvolgere. Ai pezzi accessori chiama i grandi maestri dell'aldilà e del dono: mies van der rohe, il suo mentore, che convince a presentare i capolavori del suo catalogo come la poltrona di barcellona del '29; il "fratello" eero saarinen, che crea per lei degli infissi continui e sinuosi, dalla poltrona womb alla famosa serie tulip; il suo amico isamu noguchi che, insieme a george nakashima, collega lo stile di vita occidentale con la sensibilità jap; lo scultore di metalli e compagno allievo di cranbrook harry bertoia, che, nella massima libertà offerta da knoll, disegna una pietra miliare nel design, la diamond chair.

La signora knoll riesce a posizionare tutto questo nella sua sfida e nello stesso tempo inaugura metodi per addestrare il controllo del college. A partire dall'introduzione della sua unità di piani di sviluppo, un ufficio che si occupa della progettazione di aree e del completamento di una rivoluzione copernicana. Il messaggio per l'utente in sospeso è inequivocabile: a knoll non sei più a portata di mano scoprire mobili sbalorditivi sul tuo incarico, ma il design stesso di un'area che non hai mai immaginato potrebbe voler esistere.

Potrebbe Piacerti Anche...

Digita Nel Campo Sottostante E Premi Invio / Ritorna per Cercare